Provincia Italia Centro-Nord

Rinnovato il Consiglio ICN. P. Adamo Calò nuovo Provinciale ICN

PADRE ADAMO CALO' NUOVO PROVINCIALE ITALIA CENTRO NORD

Adamo

LA CRONACA

Riunitisi alle 15,30, dopo l’Ora Media, i delegati
hanno approvato gli ultimi verbali quindi P. Angelo Mezzari ha
ricordato che i settori di competenza dei Consiglieri, di Norma, saranno
stabiliti all'interno del Nuovo Consiglio. Vengono poi ribadite, in
base alle Norme e al Regolamento, dinamiche e condizioni delle
votazioni. A questo punto i capitolari proclamano tutti insieme la
Preghiera per l'Elezione del Provinciale e il Veni Creator. Vengono
chiamati alla sede gli scrutatori e si procede alla prima elezione:
quella del Superiore Provinciale. Non essendoci confratelli che hanno
raggiunto il quorum (2/3) alla prima votazione ci si prepara alla
seconda. Anche alla seconda votazione non si raggiunge il quorum di 15
voti. La terza votazione con maggioranza dei due terzi si conclude con
un nulla difatto perciò ci si prepara a votare il nuovo Provinciale col
metodo della maggioranza assoluta (12 voti).

Alla quarta votazione risulta eletto P. ADAMO CALO'.

Il nuovo Padre Provinciale, dopo aver ricevuto il plauso dell'Assemblea
fa il giuramento e riceve l'abbraccio del P. Generale. Si passa quindi
all'elezione dei Consiglieri. Alla terza votazione raggiunge la
maggioranza assoluta P. Mario Menegolli che risulta essere il Primo dei
Consiglieri eletti. Dopo che il confratello ha accettato le votazioni
dell'assemblea cominciano a vertere su P. Gaetano Lo Russo che dopo
qualche votazione diventa il secondo consigliere. Gli altri consiglieri
eletti risultano P. Giovanni Sanavio e P. Vincenzo Buccheri, l'attuale
parroco di Roma Piazza Asti. Alle 19,30 si procede all'ultima delle
votazioni, quella per il Vicario Provinciale: risulterà eletto P.
Gaetano Lo Russo, che accetta.

Terminato il capitolo, ed espletate le ultime
formalità, il P. Generale, P. Angelo Ademir Mezzari ha avuto parole di
ringraziamento sia per il Governo uscente che per la generosità dei
membri del nuovo Consiglio che, con il loro sì hanno dimostrato
disponibilità ad assumere un ruolo di responsabilità non indifferente.
In dialogo fraterno e costruttivo con gli altri governi di
Circoscrizione e con ogni confratello della Provincia tutto potrà
comunque essere affrontato con successo. I capitolari, dopo aver
festeggiato con la comunità religiosa di Morlupo e con alcuni padri
venuti da Roma, si sono dati appuntamento a domani mattina: alle 08,00
sarà celebrata una messa nella quale si ringrazierà per il capitolo
appena concluso e si imploreranno copiose grazie spirituali e di
discernimento sui nuovi responsabili della Circoscrizione.

Visita la Photogallery della votazione cliccando qui



Gli altri Consiglieri eletti:

P. GAETANO LO RUSSO (Vicario Provinciale)

Gaetano Lo Russo

P. MARIO MENEGOLLI (Consigliere)

Mario Menegolli

P. GIOVANNI SANAVIO (Consigliere)

Giovanni Sanavio

P. VINCENZO BUCCHERI (Consigliere ed Economo)

Vincenzo Buccheri

21 Gennaio 2011: Nono giorno del VI Capitolo Provinciale ICN

VI Cap ICN nono giornoLa celebrazione eucaristica odierna è stata presieduta da P.
Antonio Fiorenza che, alla luce del Vangelo, ha invitato l’assemblea a
considerare l’importanza della condivisione. Alle 09,15 e alle 10,00 si sono
riunite la prima e la seconda commissione apportando le ultime modifiche ai
testi che verranno utilizzati per la stesura del documento definitivo. Alle
11,00, appena riuniti, P. Angelo Mezzari comunica all’assemblea che P.
Francesco Spagnolo è stato costretto a trattenersi oltre il previsto in
ospedale e che non potrà più essere presente alle sessioni capitolari. Dopo
questa comunicazione e l’accettazione dei verbali finora redatti, P. Antonio
Fiorenza, in qualità di Presidente della Prima Commissione, legge il testo
preparato in attesa della votazione punto per punto da parte dell’Assemblea. Essendo
stata completamente positiva e veloce, la votazione ha permesso al Capitolo di
procedere alla lettura dell’elaborato prodotto dalla seconda commissione e così
viene data la parola a P. Paolo Formenton. Dopo l’intervento di quest’ultimo la
votazione è stata quasi completamente positiva e particolarmente veloce per cui
alle 12,45 la Presidenza ha ravvisato la possibilità di procedere già nel
pomeriggio alla votazione del nuovo governo provinciale dopo quella sulla
mozione riguardante l’assegnazione o meno delle responsabilità di settore ai
singoli consiglieri.

OGGI POMERIGGIO IL SERVIZIO STAMPA DEL CAPITOLO DARA' NOTIZIA IMMEDIATA DELLA ELEZIONE DEI SINGOLI CONSIGLIERI

Per una photogallery del nono giorno clicca qui!

Per contattare i capitolari e mandare i vostri commenti scrivete a:


provitaliacn@libero.it

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

20 Gennaio 2011: Ottavo giorno del VI Capitolo Provinciale ICN

VI Cap ICN ottavo giornoOggi è stata una giornata di intenso lavoro capitolare. La Santa Messa delle 07,45 è stata presieduta da P. Sebastiano De Boni, Vicario Provinciale uscente, che festeggiava il suo onomastico. Alle 09,15, dopo la presentazione del Presidente della seconda Commissione, P. Paolo Formenton, si è avviata in sala la discussione sull’elaborato riguardante “Le priorità apostoliche in Provincia”. Si è proceduto per tutta la mattinata a ritmo serrato e, un intervento dopo l’altro, sono state date tutte le opportune indicazioni e gli “iuxta modum” al segretario di commissione. Alle 15,30, dopo l’Ora Media, si sono discusse e votate le 3 “mozioni” pervenute alla Presidenza:

1. L’opportunità che il Capitolo si pronunci sulla unificazione delle Province italiane e ne faccia presente il pensiero al Consiglio Generalizio;
2. L’opportunità che il Capitolo si pronunci sulla situazione dello Studentato Interprovinciale e la sua autonomia.
3. L’ampliamento del quorum dei partecipanti al prossimo Capitolo Provinciale. Si propone di aprire la partecipazione al 100% dei Professi Perpetui della Provincia.

L’assemblea si esprime a favore della partecipazione totale dei professi perpetui della provincia ICN al Prossimo Capitolo. Terminata la sessione capitolare alle 18,00 le due commissioni si sono riunite immediatamente per inserire nell’Instrumentum laboris le osservazioni e gli “iuxta modum” presentati. Il lavoro procede anche dopo cena per riuscire a presentare entro la giornata di domani il testo definitivo e procedere così alla accettazione o meno dei singoli punti.

Per una photogallery dell'ottavo giorno clicca qui!

Per contattare i capitolari e mandare i vostri commenti scrivete a:

provitaliacn@libero.it

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

19 Gennaio 2011: Settimo giorno del VI Capitolo Provinciale ICN

VI Cap ICN settimo giornoOggi, secondo giorno della settimana di preghiera per
l’unità dei cristiani si festeggia anche il martirio di San Mario. Per questo
insieme a ricevere gli auguri di tutto il capitolo, P. Mario Menegolli,
segretario provinciale uscente, è stato invitato a presiedere la celebrazione
eucaristica mattutina. Dopo colazione, alle ore 9,30, i padri capitolari si
sono riuniti in aula magna per ascoltare le risposte del Governo uscente alle
osservazioni fatte sulle relazioni presentate qualche giorno fa. Al microfono
si sono alternati P. Silvano Pinato e P. Gioacchino Chiapperini. Al termine dei
loro interventi il P. Generale, a nome della Congregazione, ha espresso la sua
gratitudine per il servizio offerto alla Famiglia del Rogate dai membri del
Governo Provinciale uscente e ha sciolto l’assemblea invitando le due
commissioni a completare la stesura della bozza del documento capitolare.

Verso le ore 17,00 i capitolari si sono riuniti per
cominciare l’analisi e l’approvazione della prima parte del documento
capitolare. P. Antonio Fiorenza, in qualità di presidente della commissione, ha
presentato i 13 punti e gli orientamenti dell’elaborato dopodiché P. Angelo
Mezzari ha dato il via ai commenti dell’assemblea. Verso le 19,30 si è conclusa
questa fase dei lavori capitolari e si è dato tempo ai due responsabili della
commissione di recepire ed elaborare gli “iuxta modum” emersi in sala. Domani
mattina si passerà all’analisi e alla votazione della seconda parte del documento.

Per una photogallery del settimo giorno clicca qui!

Per contattare i capitolari e mandare i vostri commenti scrivete a:
provitaliacn@libero.it

18 Gennaio 2011: Sesto giorno del VI Capitolo Provinciale ICN

VI Cap ICN sesto giornoLa giornata di martedì 18 è iniziata con le Lodi Mattutine e
la Celebrazione Eucaristica presieduta da P. Giovanni Sanavio. Nel primo giorno
della settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani la Parola di Dio ha
fatto più volte riferimento alla Pentecoste fornendo utile spunto per una
riflessione omiletica sull’evento congregazionale che si sta vivendo. Dalle
09,00 le due commissioni incaricate della stesura del documento capitolare si
sono riunite per elaborare la loro proposta mentre il Governo uscente ha proseguito
nell’elaborazione delle risposte alle osservazioni sulle relazioni presentate. Nel
pomeriggio le commissioni hanno lavorato fino a tardi per concludere la stesura
della bozza di documento capitolare e ci si è dati appuntamento a domani
mattina. In anticipo sulla tabella di marcia dei lavori capitolari, dunque, la
giornata del 19 Gennaio si aprirà con la presentazione delle risposte alle osservazioni
delle relazioni da parte del Governo Provinciale uscente.

Per una photogallery del sesto giorno clicca qui!

Per contattare i capitolari e mandare i vostri commenti scrivete a:
provitaliacn@libero.itQuesto indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

17 Gennaio 2011: Quinto giorno del VI Capitolo Provinciale ICN

VI Cap ICN quinto giornoDopo la pausa domenicale i capitolari si sono riuniti in preghiera alle 07,30 di lunedì 17 gennaio. La S. Messa è stata presieduta da P. Vlastimil Chovanec, l’ultimo dei sacerdoti ordinati in Provincia, che ci ha offerto una riflessione omiletica sulla grandezza del sacerdozio ministeriale che, alla luce di Cristo si rifà alla particolarità del sacerdozio di Melchisedek. Alle 09,15 l’Assemblea si è riunita per la presentazione delle osservazioni sulle due relazioni fatte del Governo Provinciale uscente. P. Gaetano Lo Russo e P. Giovanni Cecca hanno letto gli elaborati e dato spazio ai presenti per la richiesta di ulteriori delucidazioni. Al termine della mattinata il P. Generale ha ribadito l’importanza di quanto si deciderà in questo capitolo per tutta la Congregazione e ha espresso la sua gratitudine per tutto quello che fa la Provincia ICN per le missioni e le case non italiane.
Nel pomeriggio si sono continuati i lavori capitolari procedendo, come da regolamento, all’approvazione del calendario di massima dei lavori capitolari. Dopo questa prima fase dei lavori P. Angelo Mezzari ha invitato un rappresentante della commissione elaboratrice del documento precapitolare a fare una presentazione sommaria dello stesso e P. Giuseppe Ciutti si è offerto di farlo. L’Assemblea, dopo aver accettato di lavorare sul documento precapitolare, viene invitata dalla Presidenza ad esprimersi sulla costituzione delle commissioni che produrranno il documento finale, sullo schema da adottare e sui contenuti principali.
Verso le ore 18,00 si decide di costituire due commissioni: una che lavorerà sui punti 1-12 del documento precapitolare ed una sui punti 13-30. Alle 18,30 le due commissioni si riuniscono separatamente mentre il Governo uscente elabora le risposte alle osservazioni sulle relazioni presentate.

Per una photogallery del quinto giorno clicca qui!

Per contattare i capitolari e mandare i vostri commenti scrivete a: provitaliacn@libero.it

15 Gennaio 2011: Terzo giorno del VI Capitolo Provinciale ICN

VI Cap ICN terzo giornoLa mattinata di questo terzo giorno capitolare si è svolta regolarmente e senza situazioni particolari da evidenziare. Dopo la celebrazione della S. Messa, presieduta da P. Silvano Pinato secondo lo schema di Maria Regina degli Apostoli, i delegati si sono suddivisi nelle due commissioni di lavoro istituite ieri sera iniziando l’analisi delle relazioni sullo stato della Provincia e sull’economia. Nel pomeriggio hanno proseguito i lavori mentre la Presidenza si riuniva per stabilire un’ipotesi di Calendario delle attività. Nella giornata di domani, domenica, i lavori capitolari sono sospesi e ci si rivedrà, con ogni probabilità, lunedì mattina per la presentazione delle osservazioni e considerazioni emerse in commissione.

Riportiamo di seguito la riflessione omiletica che il Padre Generale ha offerto ai capitolari nella Celebrazione Eucaristica del primo giorno.

Capitolo Provinciale Italia Centro Nord
Omelia del P. Generale in occasione della celebrazione eucaristica di apertura del VI Capitolo Provinciale ICN
13/01/2011


Carissimi Fratelli,

con questa celebrazione eucaristica diamo inizio al VI Capítolo della Provincia Italia Centro Nord. Con grande gioia ci ritroviamo insieme radunati in comunione con la Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, sostenuti da Maria nostra madre, dall’intercessione di Sant’Annibale e di tutti i santi e sante protettori della Congregazione. Siamo qui riuniti avvolti ancora dalla luce del Natale e dell’Epifania che ci porta pace, manifestazione del Verbo fatto carne, espressione di speranza, gioia di salvezza, futuro per un mondo nel quale piccoli e poveri saranno benedetti.
Un caro e affettuoso saluti ad ognuno di voi, religiosi delegati di questa nostra Provincia. Voglio ringraziare voi tutti per la vostra presenza, la disponibilità, e la testimonianza di vita religiosa. Voglio inoltre manifestarvi tutto il mio apprezzamento per l’impegno nella missione che vi è stata affidata a voi e ad ogni singolo confratello delle vostre comunità. Infatti ognuno di noi è portavoce della vita e della missione di ogni confratello e di ogni nostra comunità, di ogni nostra opera vocazionale, formativa e apostolica.
Ci accompagnano con le loro attese e speranze tutta la Famiglia del Rogate, le Consorelle Figlie del Divino Zelo, le Missionarie Rogazioniste, i gruppi, i movimenti e associazione legati al carisma, gli educatori, gli operatori pastorali, i benefattori, i collaboratori e tutti coloro che a noi sono uniti con la preghiera e l’amicizia.
Questo Capitolo, che non ha solo una valenza congregazionale ma anche ecclesiale, fa seguito ad altri due eventi importanti: il Capitolo della Provincia latino-americana, dell’ottobre scorso, celebrato in San Paolo del Brasile, nel quale è stato rinnovato il locale Governo Provinciale e la Assemblea dei religiosi della Delegazione filippina, del 27 e 28 dicembre scorso celebrato in Manila nel quale è stato nominato il nuovo Superiore con il suo Consiglio.  
Il  Capitolo Provinciale “nella sua composizione esprime la partecipazione dei Religiosi della Provincia e promuove nell’ambito di essa la vita spirituale e l’apostolato in attuazione del carisma della Congregazione, ed inoltre elegge il Superiore Provinciale e il suo Consiglio” (Costituzioni, n. 242).
Siamo pertanto chiamati, noi per primi, a vivere ed esprimere la nostra consacrazione e vita fraterna in comunità e come comunità. Vivendo in spirito di unità e di comunione promuoveremo la vita religiosa, la nostra spiritualità e la nostra specifica missione.
Siamo stati eletti e convocati per fare “soprattutto un’attenta revisione della vita religiosa affinché i Religiosi della Provincia prendano coscienza  del loro impegno di santificazione e di zelo apostolico” (Norme, 247).
Sotto questa prospettiva, si comprendono meglio le funzione di questo Capitolo: 
a) l’esame e la valutazione dello stato del personale, della disciplina e della gestione economica della Provincia (vedere);
b) la riflessione e l’approfondimento di temi legati alla vita e alla missione dei religiosi della Provincia, attraverso una costruttiva discussione (giudicare);
c) la proiezione di sè, la progettazione e l’avvio di un buon cammino della Circoscrizione, sulla scia di indicazione, priorità e linee di azione ben precise (agire);
d) l’elezione del Superiore Provinciale e del suo Consiglio, in spirito di fede e di servizio, a garanzia dell’unità e della comunione con il carisma della Congregazione trasmessoci dal S. Fondatore. 
Ecco, cari fratelli, il compito affidatoci e al quale dobbiamo rispondere. Ascoltiamo i segni dei tempi: questo è tempo di discernimento e di scelte, di estrema responsabilità.
Il Capitolo, come abbiamo già accennato sopra, é un evento eminentemente spirituale: è l´ora della manifestazione della Trinità in mezzo a noi. È un evento carismatico che contribuisce alla crescita e al bene dell’intero Istituto. È infine un evento missionario in quanto noi tutti non solo siamo portatori di un messaggio di salvezza ma anche quello trasmessoci da nostro Signore Gesù Cristo: Rogate!
L´Instrumentum Laboris, circa il compito del VI Capitolo, dice che deve facilitare “una presa di di coscienza delle attuali emergenze e favorire nello stesso tempo un sereno discernimento sui temi della Regola di vita rogazionista nei suoi aspetti costitutivi della spiritualità e del carisma, della vita in comune e della formazione, del valore della persona e della missione, cercando di coniugare esperienza spirituale e operatività, criticità e opportunità, tradizione e innovazione”. 
Così facendo la nostra assemblea vivrà appieno quella unità già sperimentata durante l’ XI Capitolo Generale, celebratosi dal 5 luglio al 4 agosto, qui a Morlupo e che ha inteso approfondire e completare il lavoro sulla Regola di Vita, le Costituzione e le Norme. E’ stato un lavoro di revisione faticoso ma significativo, durato ben 6 anni, e conclusosi, alla luce dello Spirito, con la grazia di Dio e la mediazione di tanti confratelli e comunità.
Ci aiuterà efficacemente, nei prossimi anni, a vivere la nostra vita e la missione rogazionista.
L’XI Capitolo Generale ha avuto per tema: “La Regola di Vita Rogazionista. Espressione della consacrazione, garanzia dell´identita carismatica, sostegno della comunione fraterna, progetto della missione”.
Il Documento finale del XI Capitolo Generale a noi affidato,  deve diventare un testo di riferimento fondamentale ognuno di noi, per ogni nostra comunità, e dovrà ispirare la programmazione che verrà elaborata dal nuovo Governo Provinciale per il prossimo quadriennio.
Ogni Circoscrizione é chiamata a far suo questo cammino, per realizzare una rinnovata inculturazione del Carisma per il bene di tutta la Congregazione e dei nostri assistiti.
Il riferimento biblico scelto a titolo dell’Instrumentum laboris del VI Capitolo Provinciale ICN,  “Il tuo volto Signore io cerco”, è veramente appropriato per illuminare l´attuale situazione e ci offre l’opportunità di trovare un punto di riferimento alla vita e alla missione della Provincia. Propone il discernimento come metodo di analisi per la vita e le opere della Provincia.  Questo riferimento, molto legato con quanto è espresso dal documento “Il servizio dell’autorità e l´obbedienza”, ci dà la possibilità di sperimentare veramente ¨l´impegno gioioso e insieme laborioso della ricerca assidua della volontà divina, e per questo sceglie di utilizzare ogni mezzo disponibile che l’aiuti a conoscerla e la sostenga nel darvi compimento” (SAO, n. 1).
Provvidenzialmente la Parola di Dio, ora ascoltata, ci aiuta all’inizio del cammino dei lavori capitolari.
La lettera agli Ebrei ci ricorda il rischio di non saper leggere con chiarezza la presenza operante di Dio nella nostra vita. L´appello di oggi, “se udite la sua voce, non indurite i vostri cuori”, ci ricorda che non dobbiamo avere un cuore perverso e senza fede. Esso ci allontana dal Dio vivente e noi siamo una Congregazione che, come la Chiesa, deve essere in continua ricerca della verità, del volto del Signore. Una Congregazione, una Provincia chiamata a rinnovarsi e a cambiare se necessario le strutture, per essere sempre segno di salvezza per gli uomini di oggi.
Come abbiamo pregato nel Salmo, chiediamo umilmente al Signore  che in questi giorni possiamo ascoltare di cuore la voce del Signore e incontrare il suo volto.
Nel Vangelo di Marco troviamo Gesù che, senza preoccuparsi delle prescrizioni della legge mosaica, secondo le quali il contatto con un lebbroso rendeva impuri, tocca con la mano l´uomo, lo purifica, e lo manda ad annunciare la propria guarigione. Il lebbroso manifesta una totale fiducia in Cristo, pronto ad accettare ogni sua decisione: “Se vuoi...”. Gesù, guarendolo, rende visibile la bontà del Padre che ha pietà della miseria umana.
Ha veramente compassione.
Anche noi, capitolari, siamo chiamati ad avere la stessa fiducia che ha avuto quel lebbroso. Il Signore vuole, vuole sempre, e si fida di noi, per proclamare e divulgare la sua parola: proclamare e divulgare il Vangelo, il Rogate.
E’ innegabile che anche noi abbiamo bisogno di aiuto, di conversione, di rinnovamento spirituale. Siamo in cerca del volto del Signore, rivelato in diversi modi nei tempi antichi, come abbiamo ascoltato giorni fa nella Lettera agli Ebrei.
Oggi parla a noi per mezzo del suo Figlio, in forme e modi sempre nuovi.
La compassione e la fiducia di Padre Annibale lo hanno reso santo, gli hanno permesso di ascoltare efficacemente la voce di Dio, gli hanno cambiato la vita. La sua ricerca del volto del Signore ha trovato una risposta e un segno sia nella preghiera costante e fiduciosa al Padrone della messe, che nel soccorso del povero Zancone e di tutti i poveri, piccoli e abbandonati, che hanno incrociato i suoi passi. Così facendo egli ha consegnato vita, libertà, guarigione e salvezza.
Ed era questo il sogno del nostro Santo Fondatore: che tutti i poveri aiutati materialmente e spiritualmente diventassero a loro volta proclamatori e divulgatori del divino comando: Rogate ergo. 
Per concludere voglio riportare alcuni punti della riflessione fatta dall’Assemblea Annuale dei Superiori Generali, celebratasi a Roma nel novembre scorso, e che pone l’attenzione su tre dimensione o aspetti fondamentali della vita religiosa nella società e nella Chiesa di oggi. Credo siano sfide importanti anche per noi che viviamo questo Capitolo Provinciale.
La prima dimensione sulla quale siamo chiamati a interrogarci,  è l’identità. Essa si fonda su una grande esperienza di Dio, una spiritualità animata dalla gioia dell’incontro personale con Gesù Cristo, e frutto dell’incontro con l’altro, il fratello, che per noi è il piccolo e il povero.
La seconda è la credibilità. Essa richiede una vita povera, con i poveri, per i poveri, come i poveri, sostenuta da una volontà di radicale e piena donazione della propria vita e senza altro interesse se non quello di seguire più da vicino Gesù che si dona agli ultimi.
La terza è la visibilità. Essa richiede una testimonianza personale libera e gioiosa, una libertà interiore e di spirito, una intensa e fraterna vita comunitaria. Il popolo di Dio ci riconoscerà perché ci vedrà vivere e lavorare insieme come fratelli, servendo la Chiesa, annunciando e realizzando il Regno di Dio che è già iniziato ed è presente in mezzo a noi.
In tutto e per tutto ringraziamo il Signore e lodiamo sempre il suo Santo Nome  insieme a Maria e l’intercessione del nostro Santo Fondatore, Annibale Maria Di Francia.

P. Angelo Ademir Mezzari, RCJ

Per una photogallery del terzo giorno clicca qui!

Per contattare i capitolari e mandare i vostri commenti scrivete a: provitaliacn@libero.it

14 Gennaio 2011: Secondo giorno del VI Capitolo Provinciale ICN

VI Cap ICN II giorno

Nel secondo giorno del VI Capitolo Provinciale ICN abbiamo avuto la gioia di celebrare il compleanno di P. Agostino Zamperini. Lui stesso ha celebrato la S. Messa prevista alle 07,45 raccogliendo le preghiere e gli auguri dei confratelli presenti. Alle 09,15 sono ripresi i lavori capitolari così, dopo le osservazioni pervenute alla Presidenza e le opportune modifiche si è approvato definitivamente il Regolamento del Capitolo. A questo atto sono seguite le nomine di rito.

Primo scrutatore: P. Vlastimil Chovanec
Secondo scrutatore: P. Giovanni Sanavio
Segretario del Capitolo: P. Mario Menegolli
Primo Moderatore: P. Agostino Zamperini
Secondo Moderatore: P. Adamo Calò
Vicepresidente del Capitolo: P. Adamo Calò

Dopo queste prima fase dei lavori si è proceduto, come da regolamento, ad approvare l’orario giornaliero del capitolo. Per quanto riguarda l’orario giornaliero si decide come segue:

07.30 Lodi e Celebrazione Santa Messa
08:30 Colazione
09:15 Lavori in Aula
11:00 Intervallo
11.30 Lavori in Aula 
12:45 Intervallo
13:00 Pranzo
15:30 Ora Media 
17:30 Intervallo
18:00 Lavori in Aula
19:30 Intervallo
19:45 Recita del Vespro
20:00 Cena
Domenica 16 Gennaio: Sospensione dei lavori capitolari

Nella sessione pomeridiana P. Silvano Pinato ha continuato la lettura della “Relazione sullo stato della Provincia Rogazionista ICN” iniziata la mattina. Dopo di lui P. Gioacchino Chiapperini ha presentato la Relazione Economica sul periodo 2007-2010. Si conclude il tutto verso le ore 19,00 dopo che i capitolari, per il riesame delle relazioni, hanno costituito due commissioni che si riuniranno nella giornata di domani.
In serata ci sono pervenute comunicazioni circa lo stato di salute di P. Francesco Spagnolo che ha assicurato la sua presenza per giovedì prossimo, 20 gennaio.

Riportiamo di seguito i nomi dei confratelli che costituiscono le commissioni:

Prima Commissione circa la Relazione sullo Stato della Provincia ICN

1. P. Ciutti Giuseppe  (presidente)
2. P. Lo Russo Gaetano (segretario)
3. P. Pignatelli Riccardo
4. P. Di Pasquale Mario
5. P. Formenton Paolo
6. P. Chovanec Vlastimil
7. P. Fiorenza Antonio
8. P. Fogliata Matteo

Seconda Commissione circa la Relazione sullo Stato Economico della Provincia

1. P. Cecca Giovanni (presidente)
2. P. Zamperini Agostino (segretario)
3. P. Sacco Raffaele
4. P. Spallone Renato
5. P. Buccheri Enzo
6. P. Pegoraro Tiziano
7. P. Tisci Antonio
8. P. Calò Adamo

Per una photogallery del secondo giorno clicca qui!

Per contattare i capitolari e mandare i vostri commenti scrivete a: provitaliacn@libero.it

13 Gennaio 2011: Primo Giorno del Capitolo Provinciale Italia Centro Nord

alt

È iniziato con una riflessione offerta da Don Rino Cozza dei Giuseppini del Murialdo, Vicario  Episcopale della Diocesi di Trento, il VI Capitolo Provinciale dell’ICN. I ventidue rappresentanti della provincia, insieme al Padre Generale, P. Angelo Ademir Mezzari, dal 13 al 23 gennaio 2011, si sono ritrovati a Morlupo e hanno iniziato l’incontro con alcune ore di spiritualità. Dopo la celebrazione delle Lodi, alle 09,15 Don Cozza ha avviato una calda riflessione sul tema “Dal vegliare sui tramonti al forzare l’aurora” portando varie esperienze e citazioni sulla significatività della Vita Religiosa oggi. Ha concluso ricordando il nucleo della vita religiosa (vivere trasparentemente con e come Cristo) e indicando nella gratuità e nel dono il futuro dei consacrati. All’intervento del relatore è seguito un fecondo dibattito e, dopo un congruo tempo di riflessione, i capitolari si sono ritrovati alle 12,00 in chiesa per la Celebrazione dell’Eucaristia che ha presieduto P. Angelo Mezzari. Alle 15,30, dopo la preghiera iniziale, il Padre Generale, in qualità di Presidente del Capitolo ha avviato i lavori dell’Assemblea, e ha nominato come Segretario provvisorio P. Mario Menegolli e scrutatori provvisori i due padri più giovani (P. Vlastimil Chovanec e P. Giovanni Sanavio) quindi si è data lettura del “Regolamento del Capitolo”. Ne è seguita una lunga discussione sulle modifiche ai vari punti del documento e, verso le 19,15, ci si è spostati in Cappella per l’Adorazione Eucaristica Vocazionale e i Vespri. Per domani si prevede di concludere la discussione sul Regolamento del Capitolo.

Per una photogallery del primo giorno clicca qui!

Per scrivere ai capitolari e mandare i vostri commenti scrivete a: provitaliacn@libero.it

Roma: Ordinazione di due nuovi diaconi Rogazionisti

Sabato 11 Dicembre alle ore 19,00, presso la parrocchia Rogazionista dei Santi Antonio e Annibale Maria hanno ricevuto l’ordine del Diaconato i religiosi studenti rogazionisti Marcin Kazimierz Bajda e Kazimierz Sobański. La cerimonia è stata presieduta da Sua Eccellenza Monsignor Zygmunt Zimowski, presidente del Pontificio Consiglio della Pastorale per gli Operatori Sanitari alla presenza di numerosi confratelli Rogazionisti ed amici dei neo ordinati. In particolare hanno concelebrato Padre Silvano Pinato, Superiore Provinciale dei Rogazionisti Italia Centro Nord, Padre Mario Lucarelli, Superiore e Prefetto dello Studentato Teologico Internazionale dei Rogazionisti, Padre Antonio Di Tuoro (maestro di noviziato di Marcin e Kazimierz) e il parroco di Fratello Kazimierz, Don Andrzej Gawryś. Il presule ha evidenziato, in un’omelia molto vivace e calda, l’importanza del dono e del sacrificio di sé, soprattutto per dei figli di Padre Annibale, “l’uomo delle otto beatitudini” e per dei figli di Polonia che hanno nel cuore uno speciale attaccamento alla Serva del Signore, la Gran Madre di Dio, Maria. A far corona ai nuovi diaconi sono intervenute, sostenendo egregiamente i canti, numerose Figlie del Divino Zelo, tra le quali le neo professe, ma non è mancata anche una folta rappresentanza di amici e famigliari. La festa è continuata presso l’Istituto Antoniano con un agape fraterna molto gradita a Monsignor Zimowski e in cui non sono mancati gesti di affetto da parte dei compagni di studio di Marcin e Kazimierz. La domenica successiva questi ultimi hanno iniziato ad esercitare il loro ministero animando le lodi mattutine e le messe domenicali in parrocchia. Che il Signore voglia benedire con abbondanza di grazie questi nostri confratelli che si preparano tra qualche mese a ricevere l’Ordine del Sacerdozio e a dare nuovo respiro alla terra di Polonia in cui il Rogate sta trovando terreno fecondo.