L’arcivescovo di Ho Chi Minh City muore a Roma, durante la visita ad limina

Città del Vaticano (AsiaNews) – L’arcivescovo di Ho Chi Minh City, mons. Paul Bùi Văn Đọc, è morto ieri a Roma, durante il periodo della visita ad limina, dopo appena un giorno dal suo incontro con papa Francesco insieme ad altri prelati vietnamiti.

Mons. Paul Bùi Văn Đọc è stato colpito da ictus ieri alle 11 durante la messa che i 32 vescovi vietnamiti stavano celebrando nella basilica di San Paolo fuori le mura, e che lui stava presiedendo.

I prelati della Conferenza episcopale del Vietnam erano in Italia dal 2 marzo, dopo aver compiuto una breve visita alla Società per le missioni straniere di Parigi (i Mep). Durante il periodo della visita, i vescovi avevano programmato diversi incontri con i dicasteri vaticani.

Mons. Paul Bùi Văn Đọc è stato presidente della Conferenza episcopale durante il periodo 2013-206. Era nato l’11 novembre 1944 a Da Lat, nella provincia montagnosa degli altipiani centrali. Nel 1956 ha cominciato i suoi studi in seminario a Saigon. Fra il 1960 e il 1970 ha poi proseguito i suoi studi in filosofia e teologia all’università Urbaniana a Roma ed è stato ordinato sacerdote il 17 dicembre 1970 a Da Lat.

Nel 1975 egli è stato nominato rettore del seminario maggiore di Minh Hòa, nella diocesi, dove è rimasto fino alla sua nomina come vicario generale nel 1995. Per questo lungo periodo egli ha anche lavorato come professore di teologia nei seminari di Saigon, Hà Nội e Huế (1986–2008).

Papa Giovanni Paolo II lo ha nominato vescovo di My Tho il 26 marzo 1999. La sua consacrazione episcopale è avvenuta il 20 marzo dell’anno dopo, per le mani dell’arcivescovo Jean-Baptiste Phạm Minh Mẫn di Ho Chi Minh City.

Il 28 settembre 2013, papa Francesco lo ha nominato arcivescovo coadiutore di Ho Chi Minh City e il 22 marzo 2014 è succeduto al card. Phạm Minh Mẫn, come terzo pastore dell’arcidiocesi, che ricevette questo titolo nel 1960. (da Notizia Asia)

Circoscrizione: