Quasi Provincia dell'Africa

Verso la conclusione la visita del Padre Generale in Africa

alt

Il giorno 12 giugno u.s. il Superiore
Generale, p. Angelo Mezzari, in visita alla Delegazione dell’Africa, ha
benedetto la nuova costruzione che ospiterà gli studenti di teologia della Casa
di Formazione di Ngoya, in Cameroun. 
L’occasione è stata provvidenziale perché ricorrendo la solennità della Pentecoste
ha implorato il dono dello Spirito su tutti i religiosi in formazione,
augurando loro che questa nuova casa possa essere il luogo della crescita nei doni
dello Spirito, della sapienza e del discernimento. Inoltre il Superiore Generale
ha voluto ringraziare in modo particolare Sant’Antonio di Padova, nell’imminenza
della sua ricorrenza, perché grazie all’aiuto dei benefattori è stato possibile
realizzare una tale opera.

Erano presenti oltre ai Padri della Casa di Ngoya, p.
Isidore e p. Shibu, anche i padri della Casa di Edea, p.
Willy e p. Philip, con i quali il Superiore Generale si è a lungo incontrato.
Il Padre Generale rientra a Roma il giorno 16 giugno.

{joomplucat:92 limit=4}

I bambini dell`adozione a distanza degli amici di Labico

Periodicamente nella casa di Aluva vengono invitati gruppi dei numerosi bambini e bambine che ricevono il sostegno di benefattori italiani con l`adozione a distanza curata dall`Ufficio Missionario Centrale. Il 7 novembre, in coincidenza con la visita del Padre Generale a quella comunita` e` stata la volta di novantatre bambini e bambine, adottati “a distanza” dagli amici di Labico, bambini che provenivano dai paesi vicini, accompagnati dai loro genitori. E` stato un momento di festa e di gratitudine, manifestata con lo sguardo pieno di gioia, nel ricevere il segno di una solidarieta` che giungeva da lontano ma che era avvertita particolarmente vicina.Image

P. Elisée Kabera, dottore in teologia

Nel pomeriggio di oggi 18 giugno, a seguito della difesa pubblica della tesi "La pastorale de la Jeunesse au Rwanda" presso la Pontificia Università Lateranense ha conseguito il dottorato in S. Teologia nel Pontificio Istituto di Pastorale "Redemptoris Hominis". Moderatore è stato mons. R. Gerardi e correlatori D. Biju-Duval e S.Currò. La tesi si compone di cinque caoitoli, partendo dalla situazione sociale e culturale della popolazione rwandese, passando per l'evengelizzazione fino a fermarsi sulla pastorale della gioventù. Alcune prospettive pastorali per i giovani in Rwanda, costituiscono il quarto capitolo, mentre all'ultimo sono affidate indicazioni per una educazione alla pace in Rwanda. Auguri al neo-dottore che sicuramente metterà a frutto la sua competenza pastorale nel campo formativo nella Delegazione dell'Africa.