Solidarietà rogazionista per le vittime del maremoto in Asia

Lettera del Superiore Generale, P. Giorgio Nalin, alla Famiglia del Rogate

Abbiamo tutti negli occhi le drammatiche immagini dell’immane tragedia che ha colpito l’area dell’Oceano Indiano. Di giorno in giorno, di ora in ora, il bilancio delle vittime e dei dispersi aumenta oltre ogni previsione. Ci colpisce, in particolare, il dramma di innumerevoli bambini che sono rimasti soli e indifesi.

Carissimi,


abbiamo tutti negli occhi le drammatiche immagini dell’immane tragedia che ha colpito l’area dell’Oceano Indiano. Di giorno in giorno, di ora in ora, il bilancio delle vittime e dei dispersi aumenta oltre ogni previsione. Ci colpisce, in particolare, il dramma di innumerevoli bambini che sono rimasti soli e indifesi.


Nella generosa campagna internazionale di solidarietà che si è subito attivata ci sentiamo tutti coinvolti, oltre che per solidarietà umana e cristiana, come figli di Sant’Annibale che ha sempre condiviso, anche in modo geniale e creativo, i drammi dei fratelli con la risposta della carità. Il nostro pensiero corre inevitabilmente, anche per coincidenza del tempo natalizio, al terremoto di Messina del 1908 che lo ha visto protagonista di carità e di soccorso non soltanto per i suoi orfani.


Sono certo che, oltre a ravvivare la nostra preghiera per le popolazioni colpite dalla catastrofe, ci si sta già muovendo con sollecitudine per contribuire ad alleviare, secondo le nostre possibilità, la sofferenza delle popolazioni colpite lasciandoci interpellare dallo sguardo accorato di tanti fanciulli innocenti.


Invito tutti a promuovere nel contesto apostolico nel quale operiamo, la solidarietà per i fratelli disastrati dell’Asia. Per un opportuno coordinamento, le offerte potranno essere versate a questa Curia che sta attivando contatti con organismi operanti direttamente sul posto.


Privilegiando l’attenzione ai fanciulli orfani è possibile inoltre promuovere attraverso il nostro Ufficio Missionario Centrale adozioni a distanza, specie per le zone dell’India e dell’Indonesia nelle quali siamo presenti.


Sant’Annibale, padre degli orfani e dei poveri, ci ispiri in quest’opera di solidarietà con il suo ardore di uomo donato a Dio ed ai fratelli.


Con questo auspicio vi saluto con affetto nel Signore e rinnovo gli auguri per un nuovo anno ricolmo delle benedizioni del Signore.


(P. Giorgio Nalin, R.C.J.)


Superiore Generale


Roma, 30 dicembre 2004

I versamenti potranno essere fatti scegliendo fra le seguenti modalità especificando la causale: “Emergenza Asia”

C/C bancario 24000.75

MONTE DEI PASCHI DI SIENA - AGENZIA 7


ABI 1030 - CAB 3207 – CIN J


intestato a: Congregazione dei Padri Rogazionisti – Canonizzazione Padre Annibale.

Via Tuscolana, 167 - 00192 ROMA

C/C postale 81835019

intestato a: MISSIONI ROG ONLUS

Via Tuscolana, 167 - 00182 ROMA