Professioni religiose e ministeri nella Natività della Beata Vergine Maria

La festa della Bambinella Maria è una delle più care alla pietà del Padre Annibale. Egli “amò molto la Madonna, specialmente l’Immacolata e Maria Bambina. Scrisse molte poesie e cantici, che cantava lui stesso con noi con le braccia levate. La Bambina era poi la poesia del suo cuore: chi può descrivere quei per la sua festa, quando con ingenuità tutta sua, con un sorriso ed una parola, che sgorgava tenera e faconda dal suo labbro, ci trasportava in spirito a Nazareth, e ci faceva quasi aspettare, perché Gioacchino ed Anna ci dessero il permesso di visitare la neonata? Sono scene che si provano, ma non si dicono” (Positio super virtutibus, vol. 2 testimonianza n. 53, p. 429). La Madonna volle dargli un segno di gradimento del singolarissimo culto avuto per Lei, confortandolo nella sua ultima malattia e apparendogli, il giorno prima della sua morte, sotto le sembianze di bambima.

Nella festa della Natività della Beata Vergine Maria, con la benedizione del Signore, in alcune Case della nostra Congregazione vi sono le professioni religiose di diversi giovani.

In particolare, l’8 settembre, alle ore 19:00, nella Chiesa parrocchiale dei Santi Antonio e Annibale Maria a Roma, emettono la professione perpetua nelle mani del Superiore Generale, P. Angelo Mezzari, cinque religiosi delle due Province Italiane: Fr. Antonino Fiscella (ICS), Fr. Claudio Pizzuto (ICS), Fr. Giuseppe Pappalettera (ICS), Fr. Firas A. Kidher (ICN) e Fr. Erik Soltes (ICN). Nella stessa occasione, altri otto studenti religiosi delle due Province, rinnovano i voti religiosi. Domenica 7 settembre, alle 18:30, nella Chiesa Madre di Gaggi (Messina), nelle mani del Superiore Provinciale, P. Angelo Sardone, emette la professione perpetua Fr. Roberto Caminiti (ICS). L’8 settembre, nel Tempio della Rogazione Evangelica nella celebrazione eucaristica delle ore 18.00, due novizi della Provincia ICS emettono la prima professione religiosa.

In Africa, il 7 settembre, nella Parrocchia San Pio X di Ngoya, due confratelli camerunensi, Fr. Gabriel Ghislain Kom Noumbissie e Fr. Jean Marcel Moumeni Noumbissie emettono la Professione Perpetua. Nella stessa celebrazione eucaristica, quattordici altri confratelli provenienti dal Rwanda, dal Congo Democratico, dalla Repubblica Centroafricana e dal Camerun rinnoveranno i voti religiosi.

Nella Provincia San Matteo (Filippine) l’8 settembre, alle ore 18.00, nella cappella dello Studentato di Parañaque, nove giovani studenti religiosi ricevono il ministero del Lettorato e tredici quello dell’Accolitato.

Siamo uniti a ciascuno di loro, con i migliori auguri, con affetto e nella nostra preghiera.