Conferenza dei Superiori e Consigli di Circoscrizione

Si è svolta a Messina presso l’Ignatianum dal 5 all’11 giugno la Conferenza dei Superiori e dei Consigli di Circoscrizione della Congregazione.


Tema di questa prima conferenza del sessennio è stata la presentazione della programmazione del Governo Generale sulla base del documento capitolare Apostoli del Rogate e di alcune problematiche emergenti nella vita delle varie circoscrizioni.


Nella sua introduzione il Superiore Generale, P. Giorgio Nalin, inserendo questa annuale riunione nell’anno di ringraziamento di canonizzazione di Sant’Annibale, ha voluto ribadire che l’intento di questo genere di incontri è una collaborazione intelligente, fattiva e fedele tra il Governo Generale e le varie Circoscrizioni.


Al centro della programmazione è stata posta la Missione carismatica dei Rogazionisti all’inizio del terzo millennio, riletta alla luce dei documenti ufficiali della Chiesa e della Congregazione, le istanze, le sfide e le prospettive della vita religiosa apostolica oggi.
Nella prima parte della presentazione programmatica vengono elencate aree o priorità di animazione di particolare interesse. Di seguito si individuano gli obiettivi generali, i traguardi da raggiungere e quindi i processi formativi che individuano azioni, modalità da mettere in atto come linee operative o interventi.




Fare una programmazione organica, riporta il testo preparato dal Superiore Generale, ci obbliga a superare una visione settoriale per guardare insieme la realtà e valorizzarla con criteri comuni per fare le scelte che riteniamo prioritarie, stendere un piano operativo e concretizzarlo.
Si sono susseguiti i Consiglieri generali nel presentare le programmazioni di settore, su vita religiosa e formazione, apostolato vocazionale del rogate, apostolato delle missioni, apostolato e strumenti della comunicazione sociale, apostolato educativo assistenziale, apostolato tra i poveri, la pastorale giovanile e vocazionale e le parrocchie.
Le discussioni su questi temi hanno messo in luce iniziative interessanti e concretizzabili ma anche eventuali difficoltà che dovranno essere affrontate e risolte a livello di coordinamento e condivisione nelle singole Circoscrizioni e comunità locali.


Sono state indicate le date approssimative delle Visite canoniche alle Circoscrizioni, i corsi e le tematiche di formazione permanente per la Congregazione, l’avvio di Segretariati e Commissioni varie per la promozione di ciascun settore e per offrire coordinamento unitario nella realizzazione della programmazione generale. Si è parlato anche dell’impegno di collaborazione con le FDZ, della promozione della comunione ecclesiale a livello di chiesa universale e particolare, di decentramento, di celebrazioni e anniversari significativi, della Commissione per la Revisione delle Costituzioni e Norme, di alcune indicazioni e problematiche riferite alle comunità e alle case direttamente dipendenti dalla Curia generale.


Durante la Conferenza si sono svolti alcuni momenti celebrativi presso i luoghi più significativi della presenza di Padre Annibale: la Casa Madre e il Tempio della Rogazione Evangelica, il Santuario della Guardia, la Chiesa dello Spirito Santo e la Casa Madre delle FDZ.
La Conferenza si è chiusa con la celebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo di Messina, Mons. Giovanni Marra, nella cripta di sant’Annibale.